Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

Venerdì, 25 May 2018 07:27

Imposta di soggiorno

Cos'è l'Imposta di soggiorno

L’imposta di soggiorno è l’imposta a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive (secondo quando previsto dall'art. 4 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23).

Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 5 del 22/05/2012, il Comune di Brunate ha istituito l'Imposta di soggiorno e approvato il Regolamento per la sua applicazione.

 

Chi paga l'Imposta di soggiorno

Tutti coloro che pernottano in strutture ricettive presenti sul territorio Comunale.

 

Misure dell'Imposta

Alberghi da 1 a 3 stelle, € 2,00 a notte per persona.

Alberghi da 4 stelle, € 3,00 a notte per persona.

Alberghi superiori a 4 stelle, € 4,00 a notte per persona.

B&B e altre strutture ricettive (casa vacanze ecc.), € 1,00 a notte per persona.

 

Esenzioni

Le esenzioni previste per l’applicazione dell’imposta di soggiorno sono le seguenti (art. 5):

  • i minori entro il quattordicesimo anno di età
  • le persone che assistano degenti ricoverati presso strutture sanitarie pubbliche/private

Non pagano l'imposta di soggiorno le locazioni ad uso turistico concluse ai sensi dell’art. 1, comma 2, lettera c) della Legge 431/1998 "Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili ad uso abitativo".

Dal sedicesimo giorno in poi l'imposta non è più dovuta (pagamento solo per i primi quindici giorni)

Pagamento

L’ospite dovrà riversare l’imposta direttamente al gestore della struttura. In caso contrario occorre compilare i seguenti moduli, che trovi nella sezione Modulistica:

  • Nel caso di rifiuto da parte dell’ospite al pagamento, il gestore dovrà richiedere la compilazione del "Dichiarazione omesso pagamento a cura dell'ospite";
  • nel caso di diniego alla compilazione del modello da parte dell’ospite sarà cura del gestore compilare il "Dichiarazione di omesso versamento a cura del gestore".
  • Nel caso di applicazione delle esenzioni dovrà essere richiesta la compilazione del "Dichiarazione di esenzione", e eventuale documentazione a supporto nel caso di esenzioni per malattia o assistenza al degente.

I modelli e la documentazione dovranno essere conservati dal gestore ed esibiti in caso di controllo da parte dell’amministrazione.

Adempimenti per il gestore:

Versamenti

Entro venti giorni dalla fine di ciascun mese solare, il gestore della struttura ricettiva comunica al Comune il numero di coloro che hanno pernottato nel corso del mese precedente, distinti per fasce tariffarie, unitamente al relativo periodo di permanenza

Il gestore della struttura ricettiva, al termine di ciascun soggiorno, provvede a richiedere il pagamento dell'imposta nella misura dovuta, dietro rilascio di apposita quietanza. Le somme riscosse a titolo di imposta dalla struttura nel corso di ciascun mese solare devono essere versate al Comune entro il giorno venti del mese successivo.

Sono esentati dal pagamento dell'imposta i minori entro il quattordicesimo anno di età. Sono altresì esentati dal pagamento i malati e coloro che assistono degenti ricoverati presso strutture sanitarie.

Il pagamento può essere realizzato in uno dei seguenti modi:

  • bonifico bancario intestato a: Comune di Brunate - Via alla Chiesa, 2 - 22034 Brunate (CO), Banca Popolare di Sondrio codice IBAN: IT 87 Y 05696 10900 0000 0840 1X89;
  • versamento su conto corrente postale n. 15335227 - Tesoreria Comune di Brunate.

 

Dichiarazione

La dichiarazione deve essere presentata entro e non oltre il giorno venti del mese successivo al periodo della dichiarazione. La dichiarazione può essere presentata direttamente al protocollo comunale oppure tramite raccomandata, PEC. Non è considerata valida la dichiarazione presentata tramite posta elettronica non certificata. La dichiarazione deve essere presentata anche nel caso in cui l’imposta da versare sia pari a zero.

 

Conto della gestione

Si ricorda infine che i gestori delle strutture ricettive, in quanto incaricati di maneggio di denaro pubblico sono qualificati come agenti contabili e pertanto soggetti alla giurisdizione della Corte dei Conti secondo le norme e le procedure delle leggi vigenti. Tra gli obblighi degli agenti contabili è compresa la presentazione entro 30 giorni dalla chiusura dell’esercizio finanziario, ovvero entro il 30 gennaio, del conto della gestione.

 

Sanzioni

in caso di omessa, incompleta o infedele dichiarazione alle prescritte scadenze nonché in caso di violazioni degli obblighi di riversamento è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00, ai sensi dell’art. 7-bis, comma 1, del D. Lgs. N. 267/2000.

 

pdf Regolamento Imposta Soggiorno (113 KB)

folder Imposta di soggiorno  (moduli)

pdf Brochure incontro 7 giugno 2018 (265 KB)  (spiegazione adempimenti e relativi link)

Pubblicato in Tributi e pagamenti
Venerdì, 10 November 2017 10:15

Tesoreria comunale

Banca Popolare di Sondrio
Via A. Volta, 28 - 22034 Brunate (CO)
Tel. 0313365071
Fax 031/364084

Orari di apertura al pubblico:

Lunedi - Venerdi' 08.20 - 13.00
al pomeriggio su appuntamento

codice IBAN: IT 87 Y 05696 10900 0000 0840 1X89

 

Pubblicato in Tributi e pagamenti
Giovedì, 09 November 2017 18:35

Fatturazione elettronica

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.
In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all'allegato A "Formato della fattura elettronica" del citato DM n. 55/2013.
Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.

Per le finalità di cui sopra, l'articolo 3, comma 1, del citato DM n. 55/2013 prevede che l'Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche, inserendoli nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco secondo le modalità di cui all'allegato D "Codici Ufficio".

Il Codice Univoco Ufficio è un'informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l'identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall'Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all'ufficio destinatario.
A completamento del quadro regolamentare, si segnala che l'allegato B "Regole tecniche" al citato DM n. 55/2013, contiene le modalità di emissione e trasmissione della fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione per mezzo dello SdI, mentre l'allegato C "Linee guida" del medesimo decreto, riguarda le operazioni per la gestione dell'intero processo di fatturazione.

Quanto sopra premesso, si comunicano il Codice Univoco del Comune di Brunate, al quale dovranno essere indirizzate a far data dal 31 marzo 2015 le fatture elettroniche per ciascun contratto in essere:

  • Codice Unico Ufficio: UFZIHW
  • Codice IPA: c_b218
Pubblicato in Tributi e pagamenti
Giovedì, 09 November 2017 17:38

IUC - Imposta Unica Comunale

Dichiarazione IUC

IUC è l'acronimo di Imposta Unica Comunale, il tributo istituito con la legge di Stabilità 2014. Questa nuova Service Tax più che una vera e propria imposta è una sorta di contenitore che racchiude in sé tre distinti tributi: IMU, TASI e TARI.

La IUC si basa, così come sancito dalla norma istitutiva, su due presupposti impositivi:

  • il primo costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore;
  • l’altro collegato all’erogazione e alla fruizione di servizi comunali.

I soggetti passivi dei tributi presentano la dichiarazione relativa alla Iuc entro il termine del 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo.

Nel caso di occupazione in comune di un'unità immobiliare, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo degli occupanti. Tale dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dal comune, ha effetto anche per gli anni successivi a meno che non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegue un diverso ammontare del tributo. In tal caso, la dichiarazione va presentata entro il 30 giugno successivo a quello in cui sono intervenute le predette modificazioni.

Nelle dichiarazioni delle unità immobiliari a destinazione ordinaria devono essere obbligatoriamente indicati i dati catastali, il numero civico di ubicazione dell'immobile e il numero dell'interno, ove esistente.

pdf Regolamento IUC

TASI - Tassa sui Servizi Indivisibili

La TASI è una nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014. Essa riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale.

La grande novità della TASI è che il soggetto passivo non è solo il proprietario a qualsiasi titolo dei fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale, le aree scoperte e le aree edificabili, a qualsiasi uso adibiti, ma anche l'affittuario. La legge infatti stabilice che nel caso in cui l’unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria. L'occupante però verserà solo una parte del totale compresa fra il 10% ed il 30% secondo quanto stabilito dal Comune nel regolamento della TASI.

TARI - Tassa RIfiuti

La TARI è una nuova imposta comunale istituita con la legge di stabilità 2014. Essa in pratica prende il posto della vecchia Tares.

Il presupposto della TARI e' il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Quindi la nuova tassa sui rifiuti prevede che la somma da versare al Comune sia dovuta dagli inquilini, indipendentemente se proprietari o affittuari.

Chi paga la TARI?
La TARI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a 6 mesi nel corso dello stesso anno solare, la Tasi è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione o superficie.

IMU - Imposta Municipale Unica

L'IMU ha sostituito la vecchia ICI, l’IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati.

Tale imposta è stata istituita anticipatamente ed in via sperimentale dall'art. 13 del Decreto Legge del 6 dicembre 2011, n.201, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n.214 e disciplinata dal medesimo articolo 13 e dagli articoli 8 e 9 del D.lgs. 14 marzo 2011, n.23. Ulteriori modifiche si sono avute con la legge di Stabilità 2014 che ha abolito l'Imu sulla prima casa, tranne alcune eccezioni.

Consultazione dati

 Delibere di approvazione delle aliquote

external link greenonePer consultare le rendite catastali 

external link greenonePer controllare la destinazione urbanistica

 external link greenonePer Consultare delibere e norme

 

 

 

Pubblicato in Tributi e pagamenti